0 items / 0.00
Antonio Colombo Arte Contemporanea

Capsule Colletion #1 - La meglio gioventù

CAPSULE COLLECTION #1

available works


La meglio gioventù. 

I primi dieci dei venti...

The gallery opened its doors when communicating was still done via fax, the photos were analogue, the invitations sent out were printed on paper and the slides of the artworks were sent to the trade press.

Now, after twenty years of activity, aware that the best deals travel on clouds, we propose the first truly virtual-only exhibition with a selection of works representing the “historical” artists of the gallery: “La meglio gioventù. I primi dieci dei venti...”.

With this show, we inaugurate a series of new appointments that will regularly present to our public several virtual themed Capsule Collections, acquirable exclusively online.

For this first appointment you will find artworks on canvas, on paper, some small sculptures and photographs, created by the artists we exhibited in the first decade of our history. 

An accurate choice of works at more than reasonable prices for your happiness, which we really consider important.

To begin with, there are the landscape drawings from the end of the Nineties made by Nathalie Du Pasquier, in absolute the first artist to be presented by the gallery, which dedicated 4 shows to her, always following closely the recognition and museum exhibitions that especially in these last years are celebrating her brilliant career. 

There is also a careful selection of hand-painted photographs by Mario Schifano, shown in the great exhibition Arte Istantanea, curated by Achille Bonito Oliva in 2000.

More than 3.000 photos of the many television screens in the artist's studio were shown, recording a cross section of society, life and Italians' customs in the years between 1990 and 1995. 

Then there are works on paper, on canvas, on photos, on books and collages of the eclectic Marco Cingolani, a long-standing friend who still supports us today with valuable advice. He is perhaps the only artist in the world to have invented a perfume, Pinocchio, which you will find in the proposed selection, presented at his gallery exhibition in 2007 and now also shown at the Triennale in Milan. 

To continue with the selection, you will find Andrea Salvino's Soggetti Sociali Antagonisti, portraits of troublesome characters which are a recurring subject in his work, as well as the small drawings dedicated to the Histoire du Cinema.

There are the sculptures by Pierluigi Calignano that were part of the installation made for the Chiostro delle Stelline in Milan in 2005, white marble spheres painted like children's balls from the 1960s and 1970s, as a reference to the ancient existences of that place, once an orphanage. 

Essential is the entire collection of the ten covers of the album that Lorenzo Scotto di Luzio has dedicated to Luigi Tenco, magnificently reinterpreting 10 of the most famous songs and recording a collection vinyl in 2002. 

There are also works on canvas by Luigi Presicce, created when he still painted, before devoting himself to photographs and installations of wide scope, which testify the quality of his research since the beginning.

One of the first artists to whom we have dedicated an exhibition is Luca Pancrazzi, of which we propose some medium and small works very different from each other for technique and typology, as a testament to the eclecticism that has always characterized his work. 

But there are also the lambda prints with which Sergia Avveduti reclaimed subjects from ancient art to actualize them in new digitally modified situations, and her minimal white canvases as well.

A selection of works on board and on paper by Giuliano Guatta, poetic and magical, is placed side by side with artworks by other authors such as Francesco De Grandi, with his monstrous animals. But there are also a couple of protecting angels, a classic subject by Gabriele Arruzzo, as well as the great photographs of abandoned and degraded places by Donatella di Cicco, or Stefania Romano's almost theatrical scenic photography. 

There are also Gabriele di Matteo’s “Seleniti” coming from the Moon and the Dormice, with a mysterious and a little classic subject, and two of the first foreign artists we have shown in the gallery, the Swedish Lars Arrhenius, with his ironic storytelling, and Miltos Manetas with digital works dedicated to the Pokemon, but also with a large canvas. 

Last but not least, the irreverence of Laboratorio Saccardi, and a couple of works from the beautiful exhibition dedicated to the Great Arcani, of which there is also a precious catalog to be collected (numbered edition of 1.000 pieces), with tarot cards designed by artists such as Enzo Cucchi, Mimmo Paladino, Nicola De Maria and many others.

Among the others, there are also two important publications; the catalogue of Arte Istantanea, the exhibition of Mario Schifano’s photographs, and No Magazine n°1, published for the group show “Senza Freni”, that was dedicated to the famous Volkswagen van, from that show, there is also available a beautiful photo by Andrea Contin.


//


CAPSULE COLLECTION #1

opere disponibili


La meglio gioventù. 

I primi dieci dei venti...

La galleria ha aperto i battenti quando si comunicava ancora via fax, si facevano foto analogiche, si spedivano inviti cartacei e si mandavano le diapositive delle opere alla stampa di settore. 

Ora, dopo vent'anni di attività, consapevoli che sulle nuvole viaggiano le offerte migliori, proponiamo la prima vera e propria mostra solo virtuale con una selezione di opere rappresentative degli artisti "storici" della galleria: "La meglio gioventù. I primi dieci dei venti...". 

Inaugura, con questa, una serie di nuovi appuntamenti che con cadenza regolare presenteranno al nostro pubblico delle Capsule Collection a tema, virtuali ed acquistabili solo on-line.
Per questo primo appuntamento troverete opere su tela, su carta, qualche piccola scultura e fotografie, degli artisti che abbiamo esposto nel primo decennio della nostra storia. Un'accurata scelta di lavori a prezzi più che ragionevoli per la vostra felicità, a cui teniamo molto.

Per cominciare, ci sono i disegni di paesaggi, della fine degli Anni Novanta, di Nathalie Du Pasquier, in assoluto la prima artista presentata dalla galleria, che le ha dedicato 4 mostre, seguendo sempre da vicino i riconoscimenti e le mostre museali che soprattutto in questi ultimi anni ne stanno celebrando la brillante carriera.
Non manca un' accurata selezione di fotografie ritoccate a mano, di Mario Schifano, esposte nella grande mostra Arte Istantanea, curata da Achille Bonito Oliva, nel 2000. Vennero esposte più di 3.000 fotografie scattate dall'artista agli schermi dei numerosi televisori accesi nel suo studio, registrando uno spaccato della società, della vita, delle abitudini degli Italiani, negli anni tra il 1990 e il 1995.
Ci sono poi opere su carta, su tela, su foto, su libri e collage dell'eclettico Marco Cingolani, un amico di sempre che ancora oggi ci sostiene con preziosi consigli. E' forse il solo artista al mondo ad aver ideato un profumo, Pinocchio, che troverete nella selezione proposta, presentato in occasione della sua mostra in galleria nel 2007 e ora esposto anche in Triennale a Milano.
Per continuare con la selezione, troverete i Soggetti Sociali Antagonisti di Andrea Salvino, i ritratti di personaggi scomodi, che sono un soggetto ricorrente nel suo lavoro, come pure i piccoli disegni dedicati all'Histoire du Cinema.
Ci sono le sculture di Pierluigi Calignano che facevano parte dell'installazione realizzata per il Chiostro delle Stelline, a Milano nel 2005, sfere in marmo bianco dipinte come le palle da gioco dei bambini degli anni Sessanta e Settanta, come richiamo alle presenze antiche di quel luogo, un tempo orfanotrofio.
Non poteva mancare l'intera collezione delle dieci copertine del disco che Lorenzo Scotto di Luzio ha dedicato a Luigi Tenco, reinterpretandone magnificamente 10 tra le più famose canzoni e incidendo un vinile da collezione nel 2002.
Ci sono poi opere su tela di Luigi Presicce, quando ancora dipingeva, prima di dedicarsi a fotografie e installazioni di grande respiro, che testimoniano la qualità della sua ricerca degli esordi.
Uno dei primi artisti a cui abbiamo dedicato una mostra è Luca Pancrazzi, di cui proponiamo alcune opere di medio e piccolo formato molto diverse tra loro per tecnica e tipologia, a testimonianza dell' eclettismo che contraddistingue da sempre il suo lavoro.
Ma ci sono anche le stampe lambda con cui Sergia Avveduti riprendeva soggetti dell'arte antica per attualizzarli in nuove situazioni modificate digitalmente, ma anche le sue tele bianche minimali.
Una selezione di opere su tavola e su carta di Giuliano Guatta, poetiche e magiche, si affianca a quella di opere di altri autori come Francesco De Grandi, con i suoi animali mostruosi. Ma ci sono anche un paio di angioletti protettori, soggetto classico di Gabriele Arruzzo, come pure le grandi fotografie dei luoghi abbandonati e in degrado, di Donatella di Cicco, o le fotografie a scenografie quasi teatrali di Stefania Romano. Non mancano i Seleniti arrivati dalla luna di Gabriele di Matteo, e i Dormice, con un soggetto poco classico e misterioso, e due dei primi artisti stranieri che abbiamo esposto in galleria, lo svedese Lars Arrhenius, con le sue storytelling ironiche, e Miltos Manetas con le opere digitali dedicate ai Pokemon, ma anche con una grande tela. Da ultimo, non poteva mancare l'irriverenza del Laboratorio Saccardi, e un paio di opere della bella mostra dedicata agli Arcani Maggiori, di cui c'è anche il catalogo prezioso da collezionare (edizione numerata di 1.000 pz.), con i tarocchi disegnati da artisti come Enzo Cucchi, Mimmo Paladino, Nicola De Maria e tanti altri. 

Tra le altre pubblicazioni disponibili, oltre al catalogo della mostra di fotografie di Mario Schifano Arte Istantanea, anche il No Magazine n°1, edito per la mostra "Senza Freni", del 2004, dedicata allo storico pulmino della Volkswagen, di cui è disponibile una bella foto di Andrea Contin.